Con una situazione economica che riguarda il nostro Paese sempre più critica, sono sempre più numerose le persone che scelgono di fare richiesta di prestiti e finanziamenti tra i quali troviamo anche quelli INPS ex INPDAP. In particolare, c’è da dire che l’accesso al credito continua ad essere abbastanza problematico e troppo dispendioso, soprattutto per certe categorie di persone. È il caso ad esempio di chi non ha un lavoro stabile a tempo indeterminato oppure di chi non è in grado di dimostrare determinate garanzie dal punto di vista economico.

I prestiti Inps (ex Inpdap): cosa si intende

Sono diverse le persone che oggi vanno alla ricerca di soluzioni e offerte di credito che possono essere davvero utili per noi e che non presuppongono dei costi troppo elevati. Ci sono ad esempio delle persone che si rivolgono al social lending, vale a dire al prestito tra privati, così come ci sono altre persone che invece fanno richiesta di prestiti direttamente tramite l’utilizzo di alcune specifiche piattaforme che sono disponibili online, grazie alle quali si può accedere a dei finanziamenti a tassi molto agevolati e ridotti.Se si fa richiesta di prestiti on-line, spesso si può evitare molta della burocrazia prevista per la richiesta di questi finanziamenti..

I prestiti INPS ex INPDAP sono rivolti principalmente ai soggetti dipendenti e pensionati pubblici. Si tratta in buona sostanza di prestiti e finanziamenti spesso a tassi agevolati che sono destinati a lavoratori, pensionati e famiglie. Il denaro che si riceve in prestito da una banca o da una società finanziaria convenzionata, può avere degli importi diversi in base alla soluzione per la quale si opta. Occorre considerare poi anche i tassi d’interesse, che sono più contenuti rispetto a quelli spesso offerti dal mercato.

Uno dei principali aspetti positivi di questi tipi di prestiti riguarda il livello di sicurezza elevato che viene offerto dagli stessi. Bisogna tenere in considerazione infatti tutte le norme contrattuali previste dal nostro contratto di prestito e occorre accertarsi che queste rimangano tali per tutta la durata del finanziamento.

Condizioni e requisiti necessari per l’accesso al credito

Ci sono certamente degli appositi requisiti e delle condizioni specifiche che sono utili per poter accedere ai prestiti Inpdap. La principale condizione prevista per la richiesta di questi prestiti riguarda l’iscrizione al fondo di credito. È un fondo legato strettamente alla contribuzione obbligatoria di tutti coloro che sono iscritti alla gestione dipendenti pubblici. Inoltre, occorre tenere in considerazione anche la contribuzione volontaria legata ai pensionati e lavoratori che sono iscritti ad altri enti o ad altri tipi di istituti aderenti allo stesso. Considera che tutti gli iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici e anche i pensionati pubblici di altre amministrazioni hanno accesso a tutte le prestazioni creditizie che sono erogate dall’ente, le quali possono essere dirette o in convenzione.

Tieni anche conto che i pensionati della gestione dipendenti pubblici, possono avere accesso alle prestazioni creditizie che sono direttamente erogate dall’istituto, sia per il piccolo prestito che per quanto riguarda i prestiti pluriennali o anche i mutui ipotecari. Le condizioni previste per l’accesso ai prestiti ex INPDAP riguardano In particolare le somme massime di denaro che si possono richiedere. Ad esempio, non possono essere richieste delle somme di denaro superiori ai 300.000€ in caso di acquisto o di costruzione della prima casa.

Come precisato anche su questo sito web, per ciò che concerne invece i lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria, non possono essere richieste delle somme che vanno oltre il 40% del valore dell’immobile, e comunque non più di 150.000€. Se invece si acquista o si realizza un box auto, il limite di importo che si può richiedere è pari a 75.000€.